Alla scoperta delle grotte di Castiglione

Rifugio segreto negli anni della Guerra

Doppio appuntamento in settimana con gli eventi collaterali alla mostra di Ana Hillar “Blanco Dentro“, ospite fino al 4 giungo di “Arte al Monte”.

Mercoledì 17 Maggio le sale in cui è stata allestita la mostra (a Forlì, in corso Garibaldi 37) ospiteranno alle 21 un incontro con Beatrice Viti su “Neuroestetica: Arte e creatività con gli occhi della scienza”. Neurologa dell’Ospedale di Rimini e membro dell’International Association for Art and Psychology (IAPP), Beatrcie Viti parlerà di questa nuova disciplina che, attraverso un atteggiamento dialogico interdisciplinare, coniuga  la razionalità curiosa del sapere  scientifico alla  funzione estetica anticipatrice dei cambiamenti  riguardante i campi della creatività, della sensorialità e dell’intuitivo propri dell’esperienza estetica.

Per Sabato 20 Maggio, invece, l’Associazione Regnoli41 propone una visita guidata alla scoperta delle grotte di Castiglione in collaborazione con l’ Ass.ne Culturale “Amici di Castiglione”. Nascoste nelle colline forlivesi, le grotte furono rifugio per sfollati e civili al tempo del passaggio del fronte negli ultimi mesi del ’44. Una occasione unica (anche perchè le grotte vengono aperte molto raramente) per conoscere questo luogo ricco di storia del comprensorio forlivese. Ritrovo alle 14,30 presso il distributore di fronte alla Osteria “La Cantina di via Firenze”, al civico 183 della stessa via Firenze.

La partecipazione è gratuita per entrambi gli eventi.